Cambiavalute Frisione

dal 1955

Austria - Maria Teresa - Tallero argento 1780 x

AUSTRIA - Maria Teresa e Regnanti successivi - Tallero 1780 x - D/Busto di M. Teresa a d.; R/ Aquila bicipite coronata - 1780 x - Peso 28,068 grammi - Titolo 833 millesimi - Diametro da 42 a 44 mm - Bordo scritta in rilevo - Valutazione indicativa in conservazione q.FDC 16 € (dicembre 2016).  Falsificazioni * RATING   "R"​  

Il tallero di Convenzione con Maria Teresa d'Austria è la moneta più conosciuta al mondo; venne coniata in enormi quantità e posta fuori cambio in Austria nel 1858 a seguito degli accordi monetari di Vienna sulla riduzione del peso nelle monete d'argento. Come trade coniage ( moneta di scambio internazionale ) continuò fino agli anni 50 del secolo scorso. Fu coniata anche dalla zecca italiana dal 1935 al 1950 a seguito dell'insuccesso commerciale del tallero di Vittorio Emanuele III del 1918, detto regnum italicum;  l'insuccesso venne decretato dalla mancanza di un segno per accertarsi dell'usura della moneta. Infatti molte popolazioni africane usavano tastare il bottone che ferma il vestito di Maria Teresa per capirne l'usura.

I talleri coniati in Italia differiscono dall'orginale austriaco per il titolo 835 millesimi invece che 833,  per un diametro leggermente maggiore e per le scritte molto più nette e taglienti; si stima una tiratura di quasi 20 milioni di pezzi solo dal 1935 al 1950.

Maria Teresa coniò talleri dal 1741 al 1780 con valutazioni numismatiche oscillanti dai 60 ai 1000 euro; la x dopo il 1780 fu messa per ricordare la riforma monetaria e la data scelta per il riconio, venne chiamato quindi tallero di Convenzione.